Responsive image
Alessandro Portelli

America Profonda

Due secoli raccontati da Harlan County, Kentucky

Saggi. Storia e scienze sociali
2011, pp. XXII-540, rilegato

ISBN: 9788860365484
€ 35,00
Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Una controstoria degli Stati Uniti, dalla frontiera a oggi, attraverso un solo, simbolico luogo: Harlan County, Kentucky, al centro della regione mineraria dei monti Appalachi. Da Harlan la storia degli Stati Uniti è passata tutta quanta: i reduci della guerra d’indipendenza, i pionieri, la frontiera, la schiavitù, la guerra civile, le faide e il whisky clandestino, l’industrializzazione e la deindustrializzazione, la distruzione delle antiche foreste, il colonialismo interno di un capitalismo senza scrupoli, le più violente e memorabili lotte sindacali dal 1917 alla fine degli anni ottanta, l’immigrazione (anche italiana) e l’emigrazione, il movimento per i diritti civili, i disastri ambientali delle miniere a cielo aperto, l’epidemia della droga – tutto sulle spalle e sulla forza di resistenza della sua gente. Harlan è dunque un luogo intensamente reale, ma anche intensamente immaginato: c’è Harlan nei libri di Theodore Dreiser e John Dos Passos, nei film di Robert Mitchum e Barbara Kopple, nelle canzoni di Pete Seeger e Woody Guthrie, persino nei fumetti di Al Capp. Ed è un luogo di straordinaria creatività narrativa, musicale, linguistica, e di ostinata memoria. Una controstoria raccontata da Alessandro Portelli secondo la pratica della storia orale, come un montaggio di voci che ci accompagnano nel profondo delle miniere, nelle vite di chi nelle miniere lavora, vive e muore, e nelle vite delle donne che tengono in piedi le famiglie e le comunità. Raccolte in trent’anni di ricerca sul campo e intrecciate con fonti archivistiche, letterarie, giornalistiche, queste sono le voci di un’America profonda e dolorosamente reale, l’America di carbone e di sangue da cui viene l’energia che accende le luci di Hollywood e di Broadway.

Autore

Alessandro Portelli

Alessandro Portelli, considerato uno dei fondatori della storia orale, ha insegnato Letteratura angloamericana all’Università «La Sapienza» di Roma ed è presidente del Circolo Gianni Bosio. Per i tipi della Donzelli ha pubblicato: L’ordine è già stato eseguito. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria (1999, Premio Viareggio; 2019), America dopo (2003), Canoni americani (2004), America profonda (2011), Desiderio di altri mondi (2012), Badlands. Springsteen e l’America, il lavoro e i sogni (2015; nuova edizione accresciuta 2020), La città dell’acciaio (2017), Storie orali (2017), Bob Dylan, pioggia e veleno (2018). Ha ideato e curato, sempre per Donzelli, il volume collettivo Calendario civile. Per una memoria laica, popolare e democratica degli italiani (2017).

Recensioni
Filippo La Porta, Left, 16/12/2011

Miniritratto dell'autore, Sandro Portelli

Erica Re, Film TV, 16/10/2011

La vita è un romanzo

Ferdinando Fasce, L'Indice, 01/10/2011

L'America secondo i minatori del Kentucky

Annalina Ferrante, Left, 02/09/2011

Ho scoperto la musica di sangue e di carbone

Claudio Gorlier, Tuttolibri de La Stampa, 06/08/2011

Il cuore dell'America pulsa nel Kentucky

Giuliano Milani, Internazionale, 02/06/2011

Una miniera di storie

Tommaso De Lorenzis, Micro Mega, 31/05/2011

C'era una volta in America

Stefano Giani, Il Giornale, 23/05/2011

La storia degli Stati Uniti attraverso le voci dei testimoni

Frederika Randall, Internazionale, 20/05/2011

Italieni

Bruno Cartosio, Il Manifesto, 04/05/2011

Memoria operaia: L'orgoglio del sottosuolo

Domenico Gallo, pulp libri, 02/05/2011

America profonda

Bruna Miorelli, Linus, 01/05/2011

Impresa straordinaria

Redazione, Il Salvagente, 28/04/2011

L'America profonda vista dal Kentucky

Roberto Bertinetti, Il Venerdì di Repubblica, 22/04/2011

Due secoli in una città

Redazione, Internazionale, 15/04/2011

Libri

Goffredo Fofi, L'Unità, 02/04/2011

Quando il lavoro diventa una catastrofe