Responsive image
Alessandra Castellani

Vestire degenere

Moda e culture giovanili

Saggi. Storia e scienze sociali
2010, pp. VIII-216

ISBN: 9788860365316
€ 24,00 -5% € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,80
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Cesure drastiche con il passato, ribellismo resistenziale, rovesciamenti e nuove identità: ecco cosa raccontano stoffe, vestiti, make-up e tagli di capelli. A ratificare o osteggiare i mutamenti sociali più radicali contribuisce anche il codice vestiario, che rimanda all’identità del singolo, e ai sogni e ai desideri che si cuce addosso. Ecco, dunque, che le innovazioni più rivoluzionarie nell’Haute Couture, nello street-style e nelle culture giovanili avvengono quando si travalicano le demarcazioni implicite tra maschile e femminile – il più impalpabile e il più solido tra i confini simbolici, che genera e convalida identità e aspirazioni. È stato così per i ragazzi mods dei primi anni sessanta, che affermavano l’adesione al mondo moderno dei consumi attraverso un’inedita cura per il corpo e il vestire, presi a prestito dal mondo femminile, con colori, trucco e acconciature. David Bowie e Marc Bolan con i loro tacchi a spillo saltano metaforicamente uno steccato invisibile, eppure vincolante, tra mondo maschile e femminile. Da lì in poi, il susseguirsi di punk, post-punk, gothic, drag queen e drag king, gothic lolite, emo è stato tutto un rompere le righe, uno sconfinamento oltre il limite. E questa penetrazione nei territori dell’altro sesso non fa che rimettere in gioco categorie ritenute naturali, ruoli dati per scontati, poteri consolidati: si tratta di un’operazione dalla forte valenza simbolica, che dal terreno della moda può slittare nella sfera pubblica, o sfociare in forme di ribellione e di affermazione delle identità di genere.

Autore

Alessandra Castellani

Alessandra Castellani, antropologa, esperta di culture giovanili, insegna all’Accademia di Belle Arti di Napoli. È autrice, tra l’altro, di Ribelli per la pelle. Storia e cultura dei tatuaggi (Costa&Nolan, 1995); I ragazzi di Tokyo. Le poetiche zen di una metropoli (Liguori, 1997); Piacevole è la notte. Cultura e mercato dell’intrattenimento notturno (Manifestolibri, 2003).

Recensioni
Silvia Del Ciondolo, Pulp Libri, 01/04/2011

Un vestito non è mai per caso

Francesco Troiano, La Stampa, 29/01/2011

Ieri nella seta oggi drag queen

Rosanna Sisti, Avvenire, 13/01/2011

Donna, non darti la zappa sui piedi

Stefano Bianchi, www.Coolmag.it, 04/01/2011

Vestitevi & Mixatevi

Redazione, L'Unità, 19/12/2010

Le stoffe raccontano

Patrizia Vacalebri, www.ansa.it, 24/11/2010

Vestire, truccarsi...

Simone Marchetti, Il venerdì di Repubblica, 19/11/2010

Chi fa collezione di vite ribelli

Elisabetta Bolondi, www.sololibri.net, 05/11/2010

De genere /degenere

Elena Stancanelli, La Repubblica, 29/10/2010

Da Coco Chanel a Bowie la moda rivoluzionaria