Responsive image
Franco Alasia, Danilo Montaldi

Milano, Corea

Inchiesta sugli immigrati negli anni del «miracolo» con una lettera di Danilo Dolci

Edizione del cinquantennale con una introduzione di Guido Crainz e una postfazione di Jeff Quiligotti.

Saggi. Storia e scienze sociali
2010, pp. XVI - 338, rilegato

ISBN: 9788860365309
€ 28,00 -15% € 23,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,80
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Milano, 1959: Danilo Dolci propone a Giangiacomo Feltrinelli la pubblicazione di 32 storie di «sottoccupati», immigrati a Milano. Le interviste sono raccolte da Franco Alasia, operaio alla Breda; da Dolci viene l’idea di spostare il terreno di osservazione da una società arcaica a una società in pieno sviluppo, dal Sud di Banditi a Partinico alla città simbolo della ricchezza industriale. Non a caso, gli intervistati vengono da quelle periferie milanesi punteggiate da disordinati e irregolari insediamenti spontanei, in gergo chiamati «coree». Sono storie di ogni tipo: manovali in transito da un’impresa all’altra, ambulanti abusivi, contadini muratori, prostitute e pederasti. Non si tratta di un mondo destinato a scomparire, ma di una marginalità che nasce dentro il tessuto stesso della modernità, di un sommovimento che sta cambiando radicalmente la struttura sociale dell’Italia del boom. Il tema, del resto, è già divenuto scottante in seguito a una serie di scandali, come il mancato affitto di case ai «meridionali». Per presentare le interviste di Alasia, la Feltrinelli affida la stesura di un saggio al giovane sociologo Danilo Montaldi. A conquistarlo immediatamente è lo stile delle interviste: niente magnetofono, solo la trascrizione minuziosa delle parole dell’intervistato, comprese inflessioni, anacoluti e incertezze: «Da questo materiale emerge una serie di questioni: le conseguenze della guerra, la trasformazione sociale, la crisi agraria, la struttura economica, la città…». A cinquant’anni dalla sua prima pubblicazione, Milano, Corea si presenta come uno straordinario documento della convulsa modernizzazione italiana. Un’inchiesta che si è fatta «storia», come osserva Guido Crainz nella sua introduzione. Un libro di incredibile attualità, se si pensa alle affinità profonde che legano i percorsi dei meridionali di allora a quelli degli immigrati di oggi.

Autori

Franco Alasia

Franco Alasia (1927-2006), operaio delle officine Breda di Milano, è stato tra i più stretti collaboratori di Danilo Dolci, con il quale ha condotto importanti lotte contro il sottosviluppo e la mafia in Sicilia.

Danilo Montaldi

Danilo Montaldi (1929-1975), scrittore, saggista e intellettuale «scomodo», ha pubblicato Autobiografie della leggera (Einaudi, 1961) e Militanti politici di base (Einaudi, 1970).

Recensioni
Piero Del Giudice, Galatea, 01/07/2011

Le malebolge

Teo Lorini, Pulp Libri, 01/07/2011

Un libro di oggi

Alessandro Portelli, Il Manifesto, 27/01/2011

Un classico aperto a molte letture

Francesco Gaeta, Il Sole 24 ore, 08/01/2011

Italia unita dalla fabbrica

Oreste Pivetta, L'Unità, 04/01/2011

Milano Corea: un ritorno

Paolo Casicci Piero Melati, Il Venerdì di Repubblica, 17/12/2010

Libri sotto l'albero

Guido Crainz, La Repubblica, 01/12/2010

Le storie degli immigrati nella Milano anni '50

Filippo Azimonti, La Repubblica, 01/12/2010

"Milano, Corea" ha 50 anni ma sembra scritto adesso

Redazione, www.dazebaonews.it, 28/11/2010

Donzelli ripubblica "Milano Corea" di Alasia e Montaldi