Responsive image
Paolo Prato

La musica italiana

Una storia sociale dall'Unità a oggi

Saggi. Storia e scienze sociali
2010, pp. XVIII-528, rilegato

ISBN: 9788860365293
€ 33,00 -5% € 31,35
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 31,35
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Da Verdi a Pavarotti, da Mina a De Andrè, da Morricone alla Pausini, dalla radio ai talent show, la musica ha contribuito a plasmare un’idea di Italia che da tempo circola sotto l’egida del made in Italy e che in centocinquant’anni ha intrecciato dialoghi con la cultura, i consumi e il tempo libero in modo tanto originale da conquistarsi il diritto di rappresentare il Belpaese accanto ad altre eccellenze come la cucina, la moda, i beni artistici. Sotto la superficie della popolarità si agita una musicalità diffusa che attraversa tutte le fasi della storia nazionale, dall’Italia contadina a quella operaia, dall’era industriale alla vocazione globale. Fra stereotipi e realtà, fra dilettantismo e professionismo, il libro ripercorre i momenti principali della storia musicale italiana nell’intreccio dei suoi generi (classica, lirica, canzone, rock, jazz, musica di tradizione orale, da ballo, per il cinema…), dei media (dal 78 giri all’iPod), delle industrie (editoria, discografia, radio e televisione), delle culture e sottoculture, delle istituzioni e degli eventi, dei luoghi pubblici e privati (circoli, teatri, caffè, discoteche) che hanno visto la nascita di alcuni fenomeni e decretato la morte di altri. La ricognizione a tutto campo – impreziosita da un ricco apparato iconografico – tenta, in ultima analisi, di rispondere alla domanda se esista o meno uno specifico spazio culturale/mentale denominato «italianità in musica» e se questo trovi piena corrispondenza nella dimensione storica in cui la «musica italiana» si è manifestata.

Autore

Paolo Prato

Paolo Prato è docente incaricato presso la Facoltà di Scienze sociali della Pontificia Università Gregoriana, dove tiene corsi sulla musica e le culture giovanili. Tra i suoi libri: Il treno dei desideri. Musica e ferrovia da Berlioz al rock (L’epos, 2003).Le macchine della musica. L’orchestra in casa (Rai Eri, 2013.

Recensioni
Giovanni Vacca, www.blowup, 09/05/2011

Esiste una musiaca italiana?

Luca Cerchiari, Giornale del Popolo, 09/04/2011

150 anni di....musica

Guglielmo Brighi, Avanti!, 24/02/2011

La colonna sonora del riscatto nazionale

Antonio Giuliano, La Bussola Quotidiana, 15/02/2011

Sanremo e l'Italia, un popolo di cantanti

Massimiliano Panerari, Venerdì di Repubblica, 11/02/2011

Individualismo e musicalità diffusa

Gigi Riva, L'Espresso, 10/02/2011

Canzoni

Vittorio Castelnuovo, Millepagine, 01/02/2011

Le novità editoriali

Mario De Luigi, Musica e dischi, 01/02/2011

La musica italiana

Franco Zanetti, rockol.it, 25/01/2011

Libri musica

Redazione, Corriere della Sera, 09/01/2011

La musica italiana

Redazione, Il Salvagente, 06/01/2011

Un secolo e mezzo tra storia e musica

Paolo Biamonte, Ansa.it, 03/01/2011

Un libro al giorno: La musica italiana

Redazione, Italyglobalnation, 13/12/2010

Da Donzelli esce la storia sociale della musica italiana

Sandro Cappelletto, La Stampa, 13/12/2010

Fratelli d'Italia, l'Italia si canta

Sandro Cappelletto, La Stampa, 11/12/2010

Come suona l'America dai pionieri a Ground Zero