Responsive image
Barbara Lanati

Desiderio e lontananza

Un punto di vista contemporaneo sulla letteratura anglo-americana

Saggi. Arti e lettere
2010, pp. XIV-226

ISBN: 9788860364593
€ 24,00 -5% € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,80
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

I paesaggi letterari possono essere descritti, studiati, scomposti e ricomposti. Un’analisi minuziosa e lucida spiega il succedersi di personaggi, correnti e opere. Per parlare di letteratura, tuttavia, esiste anche un altro modo, altrettanto efficace, ma più completo. I paesaggi letterari possono essere vissuti in prima persona, attraversati, amati, con sguardo appassionato e permeabile: in una parola, sentiti. La scrittura e la vita diventano allora gli estremi di una stessa, unica azione. La scrittura è vita. È sotto la spinta di questa forte asserzione che si muove la penna di Barbara Lanati e, di conseguenza, quella degli scrittori e dei personaggi accolti in questo libro: un denominatore comune che avvicina l’urgenza della scrittura alla spontaneità e all’ineluttabilità del percorso vitale. Il volume raccoglie articoli, saggi, interviste che cadenzano la vita dell’autrice: dagli scritti degli anni settanta alle testimonianze più recenti, prende corpo una folta, inusuale e spesso poco conosciuta galleria di personaggi e paesaggi letterari tutta da ascoltare, come se di ogni personalità o luogo o movimento si facesse una piccola storia, un racconto a sé. Innanzitutto l’America: da New York al deserto di Taos, nel New Mexico, si muovono grandi maestri quali Stevenson, Poe, Fitzgerald, Ginsberg, Carver e Gertrude Stein, in un itinerario complementare a quello dei loro più noti personaggi. Più raccolto è, invece, il paesaggio inglese di Bloomsbury, dove protagonista è soprattutto Virginia Woolf e il suo intricato e affascinante universo. Nel nome della paura e del coraggio si alternano, infine, nuovi volti, romanzi e accadimenti storici: Dottor Jekyll e le inquietanti fiabe per adulti, Ian Mc Ewan e Cynthia Ozick, Moll Flanders, Giovanna d’Arco, Elisabetta d’Inghilterra e la violenza storica del Sessantotto. Una molteplicità di ritratti, luoghi e suggestioni per trasmettere la propria vita a chi della scrittura farà, poi, lettura.

Autore

Barbara Lanati

Barbara Lanati insegna Letteratura anglo-americana all’Università di Torino. Tra i suoi lavori più importanti ricordiamo: una raccolta di poesie di Emily Dickinson, Silenzi (1986), Il diario di Eva di Mark Twain (1983) e Frammenti di un sogno: Hawthorne, Melville e il romanzo americano (1987), tutti pubblicati da Feltrinelli. Per Einaudi ha curato Lettere di Emily Dickinson (1982) e Vita attraverso le lettere di Edgar Allan Poe (1992). Vita di Emily Dickinson (Feltrinelli), uscito nel 1998, è stato finalista del Premio Comisso (2000).

Recensioni
Paolo Bertinetti, La Stampa, 28/08/2010

Perchè Warhol esce ogni sera?

Caterina Ricciardi, Il Manifesto, 05/06/2010

Leggere il corpo dell'America