Responsive image
Troy Blacklaws

Bafana Bafana

Una storia di calcio, di magia e di Mandela

Illustrazioni di Andrew Stooke. TRaduzione di Nello Giugliano

Wallpapers
2010, pp. 92, rilegato

ISBN: 9788860364500
€ 13,00 -5% € 12,35
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 12,35
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

In un polveroso villaggio del Sudafrica circondato dalla giungla vive Pelé, 11 anni e un nome bizzarro, scelto dal padre in onore del leggendario campione di calcio brasiliano, maestro della rovesciata. Anche il piccolo Pelé è un patito del calcio, ma quant’è dura fare goal correndo dietro a una vecchia pallina da tennis, con i cani del villaggio alle calcagna… La cosa più bella del mondo per Pelé è starsene seduto fuori dalla capanna accanto al nonno, davanti al televisore alimentato dalla batteria di una vecchia macchina, a guardare le prodezze dei Bafana Bafana, i ragazzi della nazionale sudafricana. Un giorno, Sibusiso Zuma, il beniamino di Pelé, appena sceso in campo, solleva i piedi al cielo come un guerriero africano nella sua danza e va in rete con una rovesciata: è un segno del destino. «Vedrò i Bafana Bafana giocare dal vivo», pensa Pelé. Ma come può un bambino senza scarpe e senza bici arrivare a Città del Capo, attraversando la giungla vera e quella metropolitana delle moderne città che lui ha solo intravisto alla tv? «Ragazzo mio, i sogni sono fatti di magia e tu devi andare da Vecchio Jamani. Lui conosce la magia», lo incoraggia il nonno, collaudato sognatore, che dice di aver offerto una birra a Mandela in gioventù e da allora gli tiene il posto su quel sedile di un’auto scassata dove lo ha fatto accomodare quando era solo un ragazzo di un villaggio vicino. A guidare Pelé saranno dunque i consigli dello sciamano del villaggio e gli amuleti che riceverà dagli animali della giungla: il dente della Lince per darsi coraggio, l’unghia dell’Iguana per nuotare veloce, un pelo dello Sciacallo per agire in fretta, la punta della coda del Camaleonte per diventare invisibile, la piuma dell’Ibis per volare via. Su tutto, la buona stella di Nelson Mandela, «che ha avuto il coraggio di combattere contro un pitone gigante per liberare la sua gente»…

Autore

Troy Blacklaws

Troy Blacklaws è nato nel Natan, in Sudafrica, nel 1965. Ha dedicato i suoi romanzi – il primo dei quali è stato tradotto in sette lingue – al racconto dell’infanzia trascorsa in balia dei conflitti razziali e all’importanza della figura di Mandela nell’immaginario popolare. Del suo racconto, Bafana Bafana, dice: «Spero che viaggi e arrivi tanto lontano, poiché il calcio è un linguaggio universale».

Recensioni
Fernando Rotondo, www.liberweb.it, 01/03/2011

Dopo i campionati di calcio

Ismail Ali Farah, Nigrizia, 01/10/2010

Uno sport di razza

Carlotta Parronchi, Left, 16/07/2010

Dopo la sbornia dei mondiali

Valeria Palumbo, L'Europeo numero 6, 01/06/2010

Sfogliando prima dei mondiali

Elisabetta Bolondi, www.ibs.it, 03/05/2010

Calcio, Pelè e Nelson Mandela