Responsive image
Vittorio Emiliani

Orfani e bastardi

Milano e l'Italia viste dal «Giorno»

Saggi. Storia e scienze sociali
2009, pp. XIV-324, rilegato

ISBN: 9788860364111
€ 23,90 -5% € 22,70
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,70
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Tra le principali fucine culturali che hanno segnato la storia del Novecento italiano, un posto d’onore spetta senz’altro al quotidiano milanese che a metà degli anni cinquanta ha segnato una svolta nel giornalismo nazionale: «Il Giorno». Fondato a Milano nel 1956, il quotidiano voluto da Enrico Mattei, presidente dell’Eni, si presentò sin da subito come «rivoluzionario» tanto nella grafica che nei contenuti. Il successo e la capacità di penetrazione dell’opinione pubblica furono immediati, specie fra le giovani generazioni. E tra i giornalisti più rappresentativi del «Giorno», si formò e poi affermò Vittorio Emiliani, che dopo più di trent’anni ne ripercorre in queste pagine la storia entusiasmante, incalzante, ricca di retroscena e di personaggi romanzeschi; dapprima l’ascesa, con Gaetano Baldacci, poi con Italo Pietra, in parallelo con il primo «miracolo italiano», con la svolta di centro-sinistra e con il ruolo strategico dell’industria di Stato. E poi la storia amarissima dello stravolgimento e del declino della testata a partire dal 1972, con la direzione di Gaetano Afeltra; sono gli anni della lotta tenace, prolungata, dei redattori per salvare qualità e originalità del quotidiano, lasciato impoverire da un’impresa pubblica sempre più soggetta ai partiti di governo e sempre meno innovativa, e sono anche gli anni della diaspora di firme e talenti. Ne viene fuori una sorta di romanzo storico di un ventennio, lo spaccato conflittuale di un’Italia allora ricca di slancio, di speranza, di forza politica e sindacale. Anche nei giornali.

Autore

Vittorio Emiliani

Vittorio Emiliani, entrato nel giornalismo negli anni cinquanta con «Il Mondo» di Pannunzio e «L’Espresso» di Benedetti, ha lavorato al «Giorno» dal 1960 al 1974 e in seguito al «Messaggero», di cui è stato direttore tra il 1979 e il 1987. Autore di inchieste, editorialista, consigliere della Rai, ha pubblicato numerosi libri di denuncia, memoria e politica.

Recensioni
Goffredo Fofi, Internazionale, 08/01/2010

Alla luce del Giorno

Giorgio Boatti, Il Tirreno, 05/12/2009

Un team di grandi penne per un “Giorno” da maestri

Giorgio Boatti, La Gazzetta di Modena, 03/12/2009

Emiliani racconta l'epopea del Giorno

Fabrizio Guerrini, La Provincia Pavese, 29/11/2009

Emiliani tra giornalismo e storia

Oliviero La Stella, Il Messaggero, 29/11/2009

L’appassionata epopea degli “orfani e bastardi”