Responsive image
Colette

Cane e Gatto

Croce e delizia di una vita in comune

Traduzione di Adelina Galeotti

Wallpapers
2009, pp. 158, rilegato, con disegni in b/n nel testo

ISBN: 9788860363756
€ 12,00
Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile Temporaneamente non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Sofisticato, altezzoso, ammiccante, divino, sommamente dispettoso, il gatto. Spensierato, vitale, ingenuo, accomodante, compagnone, il cane. Con la vivacità di una commedia brillante, si alza il sipario, ed ecco in scena l’irrefrenabile, quotidiano battibecco: sette atti di botta e risposta, solo a tratti intervallati dalla fugace comparsa di un Lui e una Lei, padroni dall’identità indistinta relegati nel ruolo di comprimari. Un indebito disturbo della pennichella, un viaggio in treno, una visita inaspettata: qualunque occasione è una miccia che innesca il confronto tra due visioni della vita totalmente contrapposte. Mentre Kiki l’indolente dispensa i suoi distinguo, tra svogliatezze e miagolii, Toby l’esuberante si affanna tra bave e stupori. E se il cane si abbandona con occhi sognanti a Lei, la padrona, le cui coccole irruente lo frastornano e lo affascinano, il gatto subito lo rimbrotta: «La dignità non è certo il tuo forte!». Kiki, manco a dirlo, è invece tutto preso da Lui, il padrone, per «quell’istinto insopprimibile che rende noi gatti rivali delle donne». Toby e Kiki non sono certo nemici. Il fatto è che la loro armonia li vuole sempre in disaccordo. Sono affetti da una irriducibile diversità. Contrapposti come il bianco e il nero, come la notte e il giorno. Come cane e gatto.

Cane & Gatto apparve per la prima volta in Francia nel 1904 col titolo di Dialogues de bêtes. Il testo si componeva di quattro dialoghi, divenuti poi sette nell’edizione successiva. Da quel momento innumerevoli sono state le riedizioni, ultima delle quali quella di Gallimard (Paris 2005), al cui testo ci si è qui attenuti. Dell’immediato successo internazionale è testimone l’edizione in inglese, pubblicata dall’editore americano Desmond FitzGerald (New York 1913), col titolo Barks & Purrs, e con le deliziose illustrazioni che riproponiamo in questa edizione italiana.

Autore

Colette

Colette era nata in Borgogna nel 1873. Amante e studiosa di musica e letteratura, nel 1893 si trasferì a Parigi, dove il secondo marito, lo scrittore Henri Gauthier-Villars, detto Willy, la introdusse nel mondo della cultura e del teatro e la spronò a esordire con il romanzo Claudine a scuola (1900). Da allora, la febbrile attività di scrittrice, giornalista, drammaturga, nonché di scandalosa attrice di music-hall, ne fecero una delle protagoniste del Novecento europeo. Sposata tre volte, ebbe una condotta per l’epoca sempre fortemente anticonformista, che la vide protagonista di numerosi scandali. Fu la prima donna francese a ricevere funerali di Stato. Dal 3 agosto 1954, giace nel cimitero parigino di Père-Lachaise.

Recensioni
Maria Pia Forte, Il Giornale di Brescia, 07/03/2010

Ecco cane e gatto nemici....di cuore agli occhi di Colette

Corriere della Sera, 29/12/2009

Trame feline da Colette a Oggero

Stefano Giani, Il Giornale, 20/12/2009

L'inedita Colette che sbarca in libreria con "Cane e gatto"

Daria Galateria, La Repubblica, 05/10/2009

Il mondo animale secondo Colette

Silvia Neonato, Il Secolo XIX, 24/09/2009

Colette uomini e altri animali