Responsive image
Alois Prinz

Io, Hannah Arendt

Professione: filosofa

Traduzione di Marta Donzelli e Andrea Mecacci

Virgola, n. 58
2009, pp. VI-218

ISBN: 9788860363619
€ 16,50 -5% € 15,67
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 15,67
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Filosofa, pensatrice politica, poetessa, Hannah Arendt (1906-1975) è stata una delle più grandi personalità del XX secolo. Raramente, come nel caso di questa donna straordinaria, percorso intellettuale ed esperienza biografica presentano un intreccio così profondo. Il suo pensiero, che ha avuto e continua ad avere un’eco così vasta in tanti campi del sapere, non è il risultato di un’attività puramente speculativa, ma porta con sé il riflesso di un’esistenza avventurosa, a tratti drammatica, e soprattutto vissuta con costante passione. Quando negli anni venti si laurea in filosofia con Karl Jaspers, le donne all’università sono ancora un’eccezione. Ad appena ventidue anni, ha già alle spalle una storia d’amore con il più grande filosofo del secolo,Martin Heidegger; un’esperienza destinata a segnarla per tutta la vita, sia dal punto di vista personale che intellettuale. Ebrea, costretta alla fuga a causa del terrore nazista, ripara in esilio dapprima a Parigi e, dopo un lungo peregrinare, in America. È in questi anni che la filosofa scrive Le origini del totalitarismo, un testo che ha immediatamente un’enorme risonanza, rendendola celebre in tutto il mondo. Le sue opinioni, spesso scomode, sul sionismo, sulla segregazione razziale negli Stati Uniti e, in seguito, sulla guerra in Vietnam le procurano anche molti nemici, e grande scalpore e violente polemiche suscita il libro La banalità del male in cui racconta la sua esperienza diretta di testimone al processo Eichmann. La vicenda di questa donna eccezionale rispecchia la storia di un secolo e di due continenti. Può essere letta come una testimonianza di coraggio e di impegno politico, entro l’orizzonte di un pensiero filosofico che invita all’amicizia e all’amore verso il mondo.

Autore

Alois Prinz

Alois Prinz (1958) ha studiato presso l’Università diMonaco.Nel 1988 ha discusso una tesi di dottorato sul ’68 e la sua influenza sulla letteratura. Dal 1994 lavora come giornalista freelance e scrittore. È autore di numerose biografie rivolte soprattutto a un pubblico di giovani lettori, tra cui quelle dedicate a Franz Kafka, Ulrike Meinhof e Hermann Hesse, quest’ultima pubblicata da Donzelli nel 2003. Il suo lavoro ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti, incontrando in vari paesi un ampio successo.