Responsive image
Charlie English

Turista della neve

Alla ricerca delle nevi più belle del mondo

Traduzione di Stefano Valenti

Virgola, n. 54
2009, pp. VI-202

ISBN: 9788860363268
€ 17,50 -5% € 16,62
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 16,62
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Bellezza, pericolo, infanzia, solitudine,morte. E poi ancora, sci, slittino, palle di neve, divertimento. Sono queste le prime parole a cui Charlie English pensa quando per la prima volta si siede davanti al computer con l’intento di scrivere un libro sulla neve. Ma la sfida è: quante altre libere associazioni affluirebbero nella sua mente dopo un viaggio nei luoghi della neve più autentici e puri? Ed eccolo partire: dall’Alaska al Vermont alle Alpi, cento paesaggi innevati tra affinità e differenze, languori e allegrie, retaggi ancestrali e tecnologie moderne, alla ricerca dell’essenza stessa della neve. Nasce così il suo libro, una vera e propria mappa della neve a cavallo delle longitudini, dei popoli, delle lingue, delle consuetudini, degli spazi fisici e mentali. Una messe di dati e stati d’animo da condividere con i lettori di ogni angolo del mondo, innevato e no. Il tutto colorito a tratti dalla malinconica sensazione di godere di un bene in via d’estinzione, a causa del surriscaldamento della terra. E la ricchezza delle esperienze accumulate è tale da spingere l’autore a inserire nel volume un vero e proprio manuale della neve ricco di notizie, record e curiosità – dal fiocco di neve più grande mai caduto alla prima incisione su pietra dello sci, ai trucchi e le leggende legate alla neve: esiste davvero l’abominevole uomo delle nevi? È vero che gli eschimesi hanno cento parole per definire la neve? E per il lettore voglioso di approfondire: le dieci storie più innevate della letteratura – da Charles Dickens a Peter Hoeg – e le dieci del cinema – dal Dottor Živago a Fargo; e poi le dieci opere d’arte sulla neve, i dieci animali più resistenti al ghiaccio… E non mancano neppure i consigli pratici: come costruire un igloo, per esempio. Il tutto sempre accompagnato da una travolgente ironia: se esistono diverse tecniche per sopravvivere a una valanga, «il modo migliore per non rimetterci la pelle è non finirci sotto»

Autore

Charlie English

Charlie English, giornalista, è una delle firme più popolari del «Guardian». Vive a Londra con la moglie e tre figli.