Responsive image
Orlando Franceschelli

Darwin e l'anima

L'evoluzione dell'uomo e i suoi nemici

Saggine, n. 134
2009, pp. VI-186

ISBN: 9788860363114
€ 15,00 -5% € 14,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 14,25
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Siamo una specie ibrida sempre tentata dall’egoismo, ma la coevoluzione di cui siamo frutto ha messo nel cuore stesso della nostra complessa natura anche il piacere della saggezza solidale. Sottrarne la maternità alla natura e alla nostra storia, per assegnarne la paternità al creatore che avrebbe posto questa “scintilla” divina nell’anima dell’uomo, è solo un’irricevibile arroganza teologica».

Come si può, oggi, ragionare sui temi della natura umana senza partire da Darwin? Senza muovere dalle conquiste scientifiche e dalle implicazioni filosofiche, etico – politiche e persino teologiche connesse a quanto egli ha detto sull’origine e la storia dell’uomo? In questo agile e denso volume, Orlando Franceschelli affronta uno dei nodi cruciali del pensiero darwiniano: la questione antropologica, destinata a scuotere dalle fondamenta la tradizione filosofica e religiosa occidentale. A cominciare dalla credenza nell’immortalità dell’anima e nella guida provvidenziale della storia. Le celebrazioni per il bicentenario della nascita di Darwin, infatti, rischiano di lasciare in ombra il vero nucleo teorico della sua rivoluzione antropologica, contro cui ancora oggi si levano accuse di nichilismo, soprattutto da parte della gerarchia cattolica: naturalizzando l’uomo e la sua mente,Darwin ne avrebbe addirittura minato la dignità. Ecco perché in questo saggio Franceschelli parte dalla ricostruzione del pensiero di Darwin sulla coevoluzione della natura umana: dai suoi rapporti con gli animali, fino al progresso verso la civiltà. Snodi cruciali a cui ciascuno dovrebbe essere interessato: è mediante queste elaborazioni che Darwin ha influenzato la scienza, la filosofia e anche quella teologia che ormai parla non più di creazione ma di emergenza dell’anima. È da esse che risulta con chiarezza il carattere pretestuoso di ogni tentativo di assimilare Darwin alla volontà di potenza di Nietzsche, al darwinismo sociale e al razzismo e all’eugenetica di Hitler. «Oltre l’anima e la volontà di potenza»: è a partire da questo approdo della coscienza moderna che l’autore delinea l’impegno etico - politico cui dovrebbe indurci una concezione effettivamente naturalistica dell’uomo. Interessata a raccogliere con responsabilità e costruttiva capacità di dialogo anche le attuali sfide bioetiche. A coltivare nelle nostre vite e nella sfera pubblica la «saggezza solidale» che Franceschelli propone come frutto coerente e auspicabile del naturalismo moderno.

Autore

Orlando Franceschelli

Orlando Franceschelli, filosofo, è autore di Dio e Darwin. Natura e uomo tra evoluzione e creazione (2005), che ha suscitato un vivace dibattito nella comunità scientifica e filosofica; La natura dopo Darwin. Evoluzione e umana saggezza (2007); Karl Löwith. Le sfide della modernità tra Dio e nulla (2008, seconda edizione ampliata); Darwin e l’anima. L’evoluzione dell’uomo e i suoi nemici (2009); Elogio della felicità possibile. Il principio natura e la saggezza della filosofia (2014), tutti pubblicati da Donzelli. Dal 2006 al 2009 è stato docente a contratto di Teoria dell’evoluzione e Politica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università «La Sapienza» di Roma. Per i tipi della Donzelli ha tradotto e curato le edizioni italiane di Spinoza. Deus sive natura (1999) e Dio, uomo e mondo nella metafisica da Cartesio a Nietzsche (2000, 2018) di Karl Löwith.

Recensioni
Martina Di Teodoro, Ref, recensioni filosofiche, 30/01/2009

L'evoluzione dell'uomo e i suoi nemici