Responsive image
Wendy Z. Goldman

Democrazia e terrore

Le dinamiche della repressione nell'era di Stalin

Traduzione di David Scaffei

Saggi. Storia e scienze sociali
2008, pp. XII-300, rilegato

ISBN: 9788860362704
€ 32,00 -15% € 27,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 27,20
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Cosa significava vivere giorno per giorno nel clima del Grande terrore? Per la prima volta, grazie all’apertura di archivi finora inaccessibili, una storica contemporanea fa drammaticamente luce sulla genesi e la realtà quotidiana del regime staliniano. In un resoconto al tempo stesso vivido e analitico, Goldman esplora il paradosso di un sistema repressivo instaurato attraverso i meccanismi di partecipazione democratica nel partito, nel sindacato e nei luoghi di lavoro: nella psicologia di Stalin e dei suoi sostenitori non esisteva infatti contraddizione fra repressione e democrazia. E fu proprio la sollecitazione all’attivismo di massa a scatenare una scomposta guerra di tutti contro tutti, in cui l’impulso alla denuncia dei «nemici del popolo e della rivoluzione » finì con lo sfuggire al controllo e diede vita a un processo di autodistruzione. In una parossistica metastasi, le grandi purghe inaugurate contro gli oppositori dentro il partito si estesero fino a portare agli arresti e alle uccisioni in massa di presunti sabotatori e nemici di classe, accusati di scarsa «vigilanza» rivoluzionaria. Decentrando l’attenzione dalle vicende interne dei gruppi dirigenti e degli organismi di vertice del partito, le centinaia di documenti d’archivio consentono in queste pagine di ripercorrere i tortuosi fenomeni psicologici e organizzativi che all’interno di ogni istituzione e di ogni singolo luogo di lavoro innescarono una catena di conseguenze indesiderate che coinvolsero la vita di milioni di persone e compromisero irrimediabilmente il primo esperimento socialista. La ricostruzione minuziosa dei consigli di fabbrica e delle riunioni di partito ci consegna il realistico ritratto di una democrazia populista e del suo tracollo.

Autore

Wendy Z. Goldman

Wendy Z. Goldman insegna Storia contemporanea presso la Carnegie Mellon University di Pittsburgh. È autrice di numerosi saggi tra cui Women, the State and Revolution: Soviet Family Policy and Social Life (Cambridge 1993), insignito del Berkshire Conference Book Award.