Responsive image

Novecento

I tempi della storia

A cura di Claudio Pavone

Con saggi di: Piero Bevilacqua, Saverio Carpinelli, Gian Carlo Falco, Vittorio Foa, Adrian Lyttelton, Charles S. Maier, Roberto Maiocchi, Luisa Mangoni, Guido Melis, Leonardo Paggi, Claudio Pavone, Mariuccia Salvati

Virgolette, n. 34
2008, pp. XVIII-254

ISBN: 9788860362070
€ 16,50 -5% € 15,67
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 15,67
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Uno e molteplice, il Novecento si chiude sollecitando i contemporanei a una riflessione che va al di là delle scadenze del calendario. Difficile dire se si sia trattato di un periodo omogeneo e dotato di autonoma identità; se sia stato – come si dice – un’epoca della storia del mondo. Alla terribile grandiosità degli eventi che lo hanno scandito, e che da un lato hanno unificato, dall’altro frantumato la storia del genere umano, si è unito il moltiplicarsi dei punti di vista, delle discipline, dei criteri interpretativi, il diversificarsi delle emozioni e delle memorie. Crisi della linearità, crisi dell’idea stessa di un filo rosso omogeneo e «progressivo». Sovrapposizione dei tempi, degli spazi e dei contesti. I saggi qui raccolti percorrono i grandi temi e i differenti campi di questa complicata vicenda, ma convergono tutti sulla domanda finale. Ha un senso, che senso ha, quanti sensi può avere, la storia del Novecento? Coordinate da Claudio Pavone, si alternano in queste pagine le riflessioni di alcuni tra i più autorevoli storici contemporaneisti. A chiusura del volume una conversazione tra Claudio Pavone e Vittorio Foa: una straordinaria testimonianza e una riflessione sui nodi cruciali del controverso «secolo breve».