Responsive image
Nadia Urbinati

Ai confini della democrazia

Opportunità e rischi dell'universalismo democratico

Saggine, n. 106
2007, pp. VI - 138

ISBN: 9788860361936
€ 14,00 -5% € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 13,30
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Democrazia è insieme il nome di una forma di governo e di un ideale politico e morale. Questa doppia natura dà alla parola un significato complesso, con la conseguenza che alla democrazia chiediamo a volte troppo e a volte troppo poco. Le chiediamo troppo quando confondiamo il suo ethos universalistico con un progetto politico di espansione. Le chiediamo troppo poco quando la identifichiamo con l’appartenenza etnica, mortificandone il si­gnificato inclusivo ed egualitario. Nel primo caso, estendiamo la democrazia oltre i confini territoriali dello Stato per farne un progetto di governo globale o, che è ancora peggio, di democratizzazione forzata. Nel secondo caso, rischiamo di trasformarla in un governo di privilegiati che accetta di avere al suo interno residenti, che tuttavia non hanno gli stessi diritti dei cittadini. La democrazia ha dunque una difficile relazione con i confini, siano essi ideologici o territoriali, e tale difficoltà è al­l’ori­gine della sua schizofrenia. Le contraddizioni insite nella stessa nozione di democrazia sono alla base di questo acuto volumetto di una delle maggiori teoriche della politica contemporanee, che si interroga sui dilemmi di uno Stato democratico nel­l’era della globalizzazione. L’universalismo dei valori democratici autorizza a legittimare una democrazia cosmo­polita? La giusta esigenza di autonomia politica che la democrazia contiene autorizza i paesi democratici a farsi missionari di democrazia? L’universalismo democratico di cui i paesi dell’Occidente vanno fieri può accettare di non prevedere politiche di inclusione rivolte agli immigrati?

Autore

Nadia Urbinati

Nadia Urbinati insegna Teoria politica alla Columbia University di New York. Tra le sue monografie in inglese, Representative Democracy. Principles and Genealogy (Chicago Press, 2006; 2008). Per i tipi della Donzelli ha pubblicato Individualismo democratico. Emerson, Dewey e la cultura politica americana (1997; 2009); Ai confini della democrazia. Opportunità e rischi dell’universalismo democratico (2007); Lo scettro senza il re (2009) e Democrazia rappresentativa (2010). Dal 2008 è autorevole editorialista del quotidiano «la Repubblica».