Responsive image
Fabio Cuzzola

Reggio 1970

Storie e memorie della rivolta

Saggi. Storia e scienze sociali
2007, pp. XII-206, rilegato

ISBN: 9788860361837
€ 26,00 -5% € 24,70
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 24,70
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

I fuochi del Sessantotto e dell’autunno caldo non sono ancora sopiti, quando scoppia, quanto mai inaspettata, una rivolta violenta nel Sud d’Italia. A Reggio Calabria i cittadini scendono in strada per protestare contro la mancata assegnazione del capoluogo regionale. È il 1970. Fra tentativi eversivi di golpe e infiltrazioni della criminalità organizzata, gruppi neofascisti, al grido di «Boia chi molla», raccoglie la bandiera dell’insurrezione: un caso unico nella storia del­l’Occidente sotto l’egida del Patto Atlantico. Cosa rimane oggi della pesante eredità di quella rivolta? Qual è stato il prezzo pagato dalla città e dal Sud? Perché con il passare degli anni una tendenza costante ha tentato di rimuovere questo episodio cruciale della vita del nostro paese? Al centro della ricostruzione storica, la memoria, collettiva e individuale, di chi la rivolta la fece, di chi la subì, e di chi invece stette a guardare. La straordinaria combinazione di fonti orali – duecento interviste raccolte direttamente dall’autore – e di documenti inediti, fra i quali quelli custoditi al Foreign Office di Londra e per la prima volta portati qui alla luce, dà vita a un affresco unico di quello che è stato il sommovimento più aspro della Prima Repubblica. Esso non riguardò solo la grande e irrisolta questione degli squilibri del Mezzogiorno, ma si inserì nel più ampio contesto nazionale, mobilitando forze politiche e sindacali, governo e opposizione, movimenti di opinione, magistratura, polizia, servizi e forze armate, e attirando in riva allo Stretto centinaia di giornalisti, chiamati a raccontare e interpretare, per mesi e mesi, quella che Pier Paolo Pasolini avrebbe definito «una guerra civile dimenticata».

Autore

Fabio Cuzzola

Fabio Cuzzola è nato a Reggio Calabria nel 1968. Insegna al liceo classico di Cittanova (Rc). Ha cominciato a dedicarsi alla ricerca storica nella seconda metà degli anni novanta, pubblicando Cinque anarchici del Sud. Una storia negata (Città del Sole Edizioni, 2001), dal quale è stata tratta l’opera teatrale ’70 volte Sud.