Responsive image
Pierre Vidal Naquet

Il mondo di Omero

A cura di Riccardo Di Donato

Saggi. Arti e lettere
2006, pp. XVIII-109, con 32 pagine di tavole fuori testo a colori, rilegato

ISBN: 9788860360946
€ 19,80 -5% € 18,81
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 18,81
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

«Vorrei provare a far partecipi tutti voi, lettori di ogni età, dell’autentica gioia che mi hanno dato e mi danno l’Iliade e l’Odissea. Vi proporrò alcuni episodi, cercando di situarli nel loro contesto, nello spazio e nel tempo a cui si riferiscono. Avrò ottenuto il mio scopo se, dopo avermi letto, vi sarà venuta la voglia di tuffarvi o rituffarvi nel testo integrale». È un vero e proprio «manifesto omerico», un appassionato invito alla lettura, questo libro semplice e piano come solo i testi dei grandi sanno essere; una sollecitazione a cedere all’assoluta fascinazione dei due poemi che sono alle origini della nostra civiltà. Dopo aver dedicato tutto se stesso allo studio dell’universo greco antico, colui che ne è forse il massimo studioso, da poco scomparso, si lascia coinvolgere in una perorazione che è insieme una testimonianza diretta di amore e di tensione conoscitiva. L’una dopo l’altra il libro affronta le questioni cruciali di quel mondo: l’identità dell’autore dei due poemi, la geografia dei campi di battaglia, il rapporto tra liberi e schiavi, tra Greci e «barbari», tra uomini e donne, tra eroi e dei; e più in generale, il punto di vista omerico sulla guerra, sulla morte, sull’aldilà, sui sortilegi e il loro potere. Per questa via il grande maestro ripercorre la storia della fortuna moderna dell’Iliade e dell’Odissea e il percorso delle generazioni che hanno fatto del mondo di Omero una ragione di conoscenza, di vita, di speranza.

Autore

Pierre-NAQUET Vidal

Pierre Vidal-Naquet (1930-2006) è stato a lungo direttore di ricerca presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. Figura centrale della cultura francese ed europea, è autore di numerose pubblicazioni tra cui i due volumi di Mito e tragedia presso i Greci, scritto a quattro mani con Jean-Paul Vernant (Einaudi, 1976 e 1991) e Lo specchio infranto (Donzelli, 2002).