Responsive image
Ennio Cavalli

Libro di sillabe

Erri De Luca

Poesia, n. 29
2006, pp. 156, con una lettera di Erri De Luca

ISBN: 9788860360328
€ 13,00 -5% € 12,35
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 12,35
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

“La parola libro quasi mi ossessiona. Però mi fa anche compagnia. Anzi adesso mi fa ... trilogia”. Così Ennio Cavalli - con la sua inconfondibile ironia - introduce questo Libro di sillabe con il quale porta a compimento il viaggio avventuroso alla scoperta della natura umana iniziato con il Libro di storia e di grilli (1996) e proseguito con Libro di scienza e di nani (1999). Anche questa volta a Cavalli piace giocare. Il Libro di sillabe è pensato come un abbecedario di rimandi tra parole e cose. “Un magazzino pieno di sottintesi. Un contagiri per luoghi e stagioni. Un codice capace di tradurre petali di rosa e guanti di sfida in elementi di prova e di giudizio”. Perché le parole hanno un “carattere” e possono essere un punto di osservazione privilegiato sul mondo e sull’uomo. Dalla A di Aggettivo alla Z di Zero, passando per “l'illecito, terribile canzoniere” dedicato alla poetessa Paola Malavasi, compagna dell'autore, tragicamente scomparsa lo scorso settembre. Una sezione di rara intensità dove Cavalli anche davanti a un dolore senza redenzione, non perde la leggerezza del suo tocco, realizzando un’alchimia dove la vita sembra avere l’ultima parola. In una lettera all’autore che chiude il volume, Erri De Luca scrive: “Ennio è un viaggiatore. Lo attirano le assonanze, il punto più settentrionale e il più meridionale di un vecchio continente... Anche in poesia cerca il nodo tra due capi. Il più perfetto sta in questo libro e racconta di un Dio che si rivolge al fiore: Ricorda che sei polline/ e polline ritornerai. La rima segreta con polvere fa serrare un po’ gli occhi, inaugura un sorriso.

Ennio Cavalli (Forlì, 1947) vive a Roma. E’ caporedattore culturale e inviato del Giornale Radio Rai. Con il romanzo Quattro errori di Dio ha vinto il Premio Campiello 2005 – Selezione Giuria dei Letterati, con l’autoantologia poetica Cose proprie il Premio Pascoli 2004, mentre Se nascevo gabbiano…era peggio, Premio Arpino 2002, è stato subito scelto tra i migliori libri per ragazzi della Internazionale Jugend Bibliothek di Monaco. L’opera più recente è il romanzo Il divino Nord (Feltrinelli, 2005). Con Donzelli ha pubblicato Bambini e clandestini (2002) e Fiabe storte (2003).

Autore

Ennio Cavalli

Ennio CAVALLI, romagnolo, caporedattore culturale del Giornale Radio Rai, vive a Roma. Tra i suoi libri di poesia, L’infinito quotidiano (1973), Naja tripudians (1976), Carta intestata (1981), Po e Sia (1991), Libro di storia e di grilli (1996), Libro di scienza e di nani (1999). Con Bambini e clandestini (Donzelli, 2002), finalista al «Viareggio», ha vinto il premio «Pisa». In prosa, Dei paesi tuoi (1984), La Bibbia in lattina (1992, con una lettera di Federico Fellini), 10 Fellini 1/2 (1994), La donna che affittava un dito (1996), Due ruote fa (1997), L’amore in cuffia (1997), Il romanzo del Nobel (2000, con una nota di Dario Fo), Il poeta è un camionista (2003). Come scrittore per ragazzi: La gallina dalle grida d’oro (2000), Se nascevo gabbiano... era peggio (2001, premio «Arpino» e «Corvo Bianco» della Jugendbibliothek di Monaco), I gemelli giornalisti (2002). In uscita, Cose proprie, antologia di trent’anni di versi.