Responsive image
Didier Daeninckx

Off Limits

con il racconto inedito Noire Chapelle

Traduzione dal francese di Fabio Gambaro e Alessia Piovanello

Fiabe e storie
2006, pp. 180, rilegato

ISBN: 9788860360168
€ 22,00 -5% € 20,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 20,90
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Discariche, svincoli autostradali, cumuli di ferraglia, fabbriche in abbandono; graffiti che si susseguono ossessivi su ogni muro possibile; banconi di bar che si fanno scialuppe di salvataggio di un’umanità raccontata così com’è. In una periferia parigina identica a quella che da poco è andata in fiamme riempiendo le pagine della nostra cronaca quotidiana, lo scrittore riconosciuto da anni come il cantore delle banlieue ci racconta il disincanto di quel teatro di vite svogliate e dolenti, perennemente a ridosso di un confine. Storie esemplari, costruite con un ritmo ossessivo e accelerato, che rappresentano di diritto l’esito più fecondo della grande tradizione del «noir» francese. Racconti caustici e taglienti, in cui si muove un’umanità variegata, tenuta insieme dalla durezza e dal rifiuto. E in effetti, marginali e irregolari, residenti di vecchia data e immigrati più o meno recenti, tutti si accalcano sul crinale di questo limite invisibile del dolore e del delitto metropolitano. «Un classico di domani», è stato definito Didier Daeninckx nella motivazione del Premio Sandro Onofri, assegnatogli a Roma nel 2005. Questo Off limits, che raccoglie alcune tra le sue storie migliori, si arricchisce ora di un nuovo prezioso cammeo, un lungo racconto ancora inedito in Francia – Noire Chapelle – che lo scrittore ha voluto regalare ai suoi lettori italiani.

Autore

Didier Daeninckx

Didier Daeninckx è nato nel 1949 a Saint-Denis. Per diversi anni ha fatto l’operaio tipografo; poi, nel 1975, ha cominciato a collaborare con giornali di provincia. Nel 1984 ha pubblicato il suo primo poliziesco, A futura memoria. L’anno successivo è uscito il romanzo che lo ha rivelato al pubblico e alla critica: Il gigante di carta (traduzione italiana, Donzelli 1999). Da allora ha scritto una trentina di «gialli», alcuni romanzi (Off limits, Donzelli 1995), e soprattutto una serie di racconti (Play-back, Donzelli 1994), genere nel quale trova la sua cifra più alta.