A cura di Bianca Lazzaro

Il mangiafiabe

Le più belle fiabe italiane di cibi e di magia

Illustrazioni di Lucia Scuderi

Collana: Fiabe e storie
2022, pp. 472, rilegato, con tavole a colori nel testo
ISBN: 9788855223270

€ 33,00  € 31,35 - Novità
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Scheda libro

Il Belpaese si racconta attraverso le sue fiabe e i suoi sapori. Dalle Alpi alle isole, dalle narrazioni popolari ai classici d’autore: tra pignatte fumanti e orti incantati, se ne scoprono di cotte e di crude.

«Di bocca in bocca», è questa la forma primaria di trasmissione della fiaba, che nasce orale e popolare e scivola via via sulla carta grazie all’inchiostro dei grandi trascrittori e folkloristi dell’Ottocento che l’hanno tramandata a noi. Se questo è vero per le fiabe di tutta Europa, con i fratelli Grimm per antesignani, lo è ancor di più per l’Italia, dove il genere fiabesco annovera già tra Cinque e Seicento i suoi due capostipiti letterari universalmente riconosciuti: Straparola e Basile. Ma c’è un altro primato che il mondo riconosce al Belpaese e che pure si affida al tramite della bocca, e in particolare al palato: l’eccellenza della sua tradizione culinaria e alimentare. La bocca dà fiato alle parole che si fanno fiaba, la bocca assapora e nutre. E dunque forse non è un caso se le nostre fiabe, dalle Alpi alle isole, riservano ai cibi un posto di riguardo. È questa l’intuizione da cui nasce la presente raccolta, frutto di una consuetudine ventennale della curatrice Bianca Lazzaro con il genere della fiaba dall’Euro¬pa all’Oriente, e in particolare del suo recupero in traduzione integrale italiana del nostro principale repertorio: i quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani pubblicati da Giuseppe Pitrè nel 1875 e apparsi in questa medesima collana nel 2013. A partire da questo «patrimonio nazionale di importanza internazionale», per dirla con l’autorevole Jack Zipes, la curatrice ha scelto e tradotto qui in italiano moderno le fiabe più belle delle diverse tradizioni locali del Belpaese nelle quali i cibi svolgono un ruolo rilevante e originale. Protagonisti o comprimari, crudi o cotti, frugali o prelibati, i piatti e gli ingredienti delle nostre cu¬cine regionali sfilano in questa sagra fiabesca tutta italica, fantasiosa e variopinta, chiassosa e ricca di sorprese. A insaporirle è quel tanto di immancabile magia che, sprigionata da un frutto o una pietanza, un fiasco o un calderone, sfama o salva, avvelena o guarisce popolani e reucci delle fiabe. Mentre di tanto in tanto tuona un ucci ucci di qualche orco o mammadraga, pronti entrambi a trangugiare «cristianucci». E a ogni piè sospinto, appetiti amorosi, sete di vendetta, fame atavica e scorpacciate a sbafo. Centodieci fiabe sono dunque qui apparecchiate per papille di tutte le età, che scegliendo tra diciotto suggestioni di lettura potranno inoltrarsi tra parlate e sapori all’insegna della più ampia varietà, esaltata dai colori radiosi e mediterranei delle illustrazioni di Lucia Scuderi. Nelle cucine delle fiabe, infatti, c’è sempre un paiolo che bolle, un forno cal¬do e una storia che mette l’acquolina in bocca, tra una zuppa fumante e un pasticcio di maccheroni, uno stufato e una polenta, una padellata di sarde e una ricotta, un cesto di fichi e un buon vino.

Autori

Bianca Lazzaro
Bianca Lazzaro, traduttrice letteraria e editor, dirige l’area narrativa e albi illustrati della Donzelli editore e cura il progetto della collana «Fiabe e storie», dedicata ai classici inediti della fiaba internazionale, come il primo manoscritto arabo delle Mille e una notte (2006, 2016) e l’edizione originaria di Tutte le fiabe (2015) dei Grimm. Per la stessa collana ha realizzato la prima traduzione dal siciliano del principale cor¬pus di fiabe italiane, quello di Giuseppe Pitrè, apparso nei due volumi Il pozzo delle meraviglie (2013) e Cola Pesce (2016). Ha curato l’edizione in italiano del repertorio dialettale calabrese di Letterio Di Francia, Re Pepe e il vento magico (2015). Ha tradotto Le mie fiabe africane di Nelson Mandela (2004, 2016), Le mille e una donna (2020) di Angela Carter e La più bella del reame (2021) a cura di Maria Tatar. Sua anche la traduzione del saggio di Marina Warner, C’era una volta. Piccola storia della fiaba (2021).

Lucia Scuderi
Lucia Scuderi, illustratrice, pittrice e autrice, vive e lavora a Catania. Ha realizzato numerosi libri per bambini con diverse case editrici italiane e straniere ed esposto in prestigiose collettive in Italia e all’estero. Tra i riconoscimenti ottenuti, ricordiamo il premio Andersen 2013 come «Miglior illustratrice». Per Donzelli ha pubblicato tra l’altro il fortunato Tutte le pance del mondo (2017, 2020).

Recensioni