A cura di Angela Bottari, Vittoria Calabrò, Daniela Novarese, Enza Pelleriti, Livia Turco

Nilde Iotti e il Pci

Due centenari, una storia
1920-2020 1921-2021

Collana: Saggi. Storia e scienze sociali
2022, pp. VI-234
ISBN: 9788855223119

€ 28,00  € 26,60 - Novità
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
  • Altre edizioni
Scheda libro

Nella consapevolezza che l’itinerario politico e istituzionale di Nilde Iotti non possa essere correttamente letto al di fuori della lunga e non sempre lineare storia del Pci, il volume, che prende spunto dalla coincidenza dei centenari della nascita della deputata emiliana e del Partito comunista d’Italia, ne ripercorre le tappe più significative. I cento anni trascorsi dalla scissione di Livorno fanno da sfondo alla storia di alcune militanti, a partire da Nilde Iotti, e al loro spesso travagliato rapporto con un partito assai mutato nel tempo ma che alle sue radici rimaneva, almeno teoricamente, ancorato. Si è voluto, pertanto, ripercorrere un pezzo della storia politico-istituzionale italiana, ricostruendo, insieme a quelli di Iotti, l’impegno e la carriera politica delle «altre» all’interno del Pci, talvolta anche «contro» e «nonostante» il partito, in particolare durante gli anni settanta e ottanta che videro, insieme all’emergere di nuove generazioni di «compagne», il raggiungimento di tanti importanti obiettivi sull’accidentato percorso dell’emancipazione femminile nel nostro paese. Se, come ricordava Nilde Iotti, «la Costituzione è il più grande atto di questo secolo fatto in favore delle donne», sarebbero trascorsi, infatti, molti anni dall’entrata in vigore di quel testo, incentrato sulla dignità e sui diritti della «persona umana», perché le donne italiane potessero rivendicare l’identificazione con quel sostantivo «neutro», persona, al di là degli stereotipi coltivati dalla cultura fascista e dalla tradizione cattolica e dai quali, spesso, neanche le sinistre italiane si sarebbero dimostrate immuni.

Autori

Angela Bottari
Angela Bottari è membro della Direzione regionale siciliana del Pd. Deputata per tre legislature (VII, VIII e IX), dal 1986 al 1989 è stata segretaria della federazione del Pci di Messina, dal 1996 al 1998 segretaria regionale del Pds e dal 2005 al 2007 assessora alla Riqualificazione urbana e alle Politiche abitative del Comune di Messina.

Vittoria Calabrò
Vittoria Calabrò è associata di Storia delle istituzioni politiche presso l’Università degli Studi di Messina. Si occupa di istituzioni parlamentari e universitarie, di pari opportunità e parità di genere. Responsabile scientifica dell’edizione 2019 dei seminari «Violenza di genere: conoscerla, prevenirla, riconoscerla, contrastarla».

Daniela Novarese
Daniela Novarese è ordinaria di Storia delle istituzioni politiche nel Dipartimento di Scienze politiche e giuridiche di Messina. Si occupa di istituzioni parlamentari, costituzionalismo, codificazione e cultura di genere. Responsabile scientifica dell’edizione 2019 dei seminari «Violenza di genere: conoscerla, prevenirla, riconoscerla, contrastarla».

Enza Pelleriti
Enza Pelleriti è ordinaria di Storia delle istituzioni politiche presso il Dipartimento di Scienze politiche e giuridiche dell’Università di Messina. È autrice di studi sul costituzionalismo e sui costituenti siciliani fra l’Ottocento e il Novecento.

Livia Turco
Livia Turco è presidente della Fondazione Nilde Iotti. Parlamentare dal 1987 al 2013, è stata presidente della Commissione nazionale per la parità e le pari opportunità della presidenza del Consiglio, ministra della Solidarietà sociale dei governi dell’Ulivo e dal 2006 al 2008 ministra della Salute.