Responsive image
Giuseppe Pitrè

Il pozzo delle meraviglie

300 fiabe, novelle e racconti popolari siciliani

Edizione integrale tradotta dal siciliano e curata da Bianca Lazzaro. Introduzione di Jack Zipes. Illustrazioni di Fabian Negrin. Con quattro cartoline d'autore in omaggio

Fiabe e storie
2021, pp. XXXIV-806, rilegato, con 18 tavole a colori nel testo

ISBN: 9788855221610
€ 35,00 -5% € 33,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 33,25
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Fiabe di reginelle e di re, fate e animali, giganti e mammedraghe, diavoli e maghi; storie di sciocchi e furbi, megere ed eremiti, amori e dispetti, astuzie e ruberie, botole e sotterranei, travestimenti e fughe; e poi ancora giardini e fontane, fichi e melagrane, sale e zafferano, olio e basilico, ricotta e sangue… Impossibile enumerare le meraviglie che attendono i lettori in fondo a questo pozzo. Ben 300 fiabe a fronte delle 200 messe insieme dai fratelli Grimm, per citare l’esempio più illustre. Pochi lo sanno, infatti, ma la raccolta di storie orali più ricca ed estesa che l’Italia abbia mai avuto la si deve a Giuseppe Pitrè, una figura straordinaria di medico e folklorista, che a bordo di un calesse le andò a raccogliere una per una dalla viva voce dei popolani di mezza Sicilia. Non a caso nel 1956, quando Calvino raccolse dai repertori di ogni regione le 200 Fiabe italiane a suo giudizio più belle e rappresentative, ben 40 le attinse proprio all’opera di Pitrè – da Giufà a La volpe Giovannina, da Rosmarina a Cola Pesce. Eppure, a meno dell’incursione calviniana, questa raccolta è a tutt’oggi pressoché sconosciuta al pubblico italiano, poiché Pitrè aveva scelto di trascrivere le fiabe nel dialetto siciliano ottocentesco in cui gli erano state raccontate da quei popolani, e così facendo le aveva rese indecifrabili ai lettori italiani. Dopo quasi un secolo e mezzo, questa edizione, introdotta dal massimo studioso internazionale della fiaba, Jack Zipes, e illustrata dal talento di Fabian Negrin, è la prima traduzione integrale in italiano moderno delle fiabe di Pitrè. Una traduzione che riversa fedelmente nel parlato di oggi tutta la ricchezza espressiva di una lingua dialettale antica e dischiude ai lettori grandi e piccoli un immaginario che non ha eguali.

Autori

Giuseppe Pitre'

Giuseppe Pitrè fu il più importante raccoglitore e studioso europeo di tradizioni popolari del XIX secolo. Medico di professione, e folklorista per vocazione, sin dagli anni giovanili intraprese un’intensa attività di raccolta di ogni possibile materiale: canti, proverbi, giochi, usanze, indovinelli e soprattutto fiabe. Questo immane sforzo cominciò a concretizzarsi, a partire dal 1870, nella realizzazione di una monumentale opera in 25 volumi, la «Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane». Di questa serie fanno parte i quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani, editi nel 1875. Assiduo corrispondente dei maggiori studiosi del mondo, nel 1910 l’Università di Palermo gli affidò la prima cattedra di Demopsicologia, disciplina di cui fu il riconosciuto fondatore.

Jack Zipes

Jack Zipes è professore emerito di Germanistica e Letterature comparate all’Università del Minnesota. Esperto di fama internazionale, è autore di innumerevoli studi e ricerche sulla fiaba, nonché traduttore e curatore di raccolte essenziali per gli studiosi del genere fiabesco – da Straparola a Basile, dai Grimm alla Gonzenbach, da Perrault a Madame d’Aulnoy, da Pitrè a Lang. Nel 2000 ha curato per la Oxford University Press un Dizionario della fiaba nella tradizione occidentale dal medioevo ai giorni nostri (riedito nel 2015) e nel 2011 ha pubblicato The Enchanted Screen, una storia delle trasposizioni cinematografiche delle fiabe in tutto il mondo. Per Donzelli ha pubblicato La fiaba irresistibile. Storia culturale e sociale di un genere (2012), ha firmato le importanti introduzioni alle fiabe dei Grimm e a quelle di Pitrè e nel 2017 Fiabe con le ali. Due secoli di immaginario fiabesco nelle cartoline illustrate.

Fabian Negrin

Fabian Negrin è nato in Argentina nel 1963. A 18 anni, approdato a Città del Messico, si laurea in Grafica. Nel 1989 si trasferisce a Milano dedicandosi definitivamente all’illustrazione e alla scrittura di libri per ragazzi. Ha ottenuto alcuni dei massimi riconoscimenti internazionali, tra cui il premio Unicef alla Bologna Children’s Book Fair (1995), il Premio Andersen per il miglior illustratore (2000), la Bib Plaque della Biennale di illustrazione di Bratislava (2009) e il Bologna Ragazzi Award Non-Fiction (2010). Per Donzelli ha illustrato alcuni dei volumi più prestigiosi della collana «Fiabe e storie»: Il pozzo delle meraviglie di G. Pitrè (2013), Fiabe e storie di H. C. Andersen (2014), Tutte le fiabe dei fratelli Grimm (2015), Re Pepe e il vento magico di L. Di Francia (2015), Cola Pesce di G. Pitrè (2016) L’Apprendista Stregone di Johann Wolfgang von Goethe (2017).

Bianca Lazzaro

Bianca Lazzaro, traduttrice letteraria e editor, dirige la progettazione dell’area narrativa e degli illustrati della Donzelli editore e coordina la realizzazione dei volumi della collana «Fiabe e storie», insignita del Premio Andersen 2011 «per la cura editoriale e la bellezza delle immagini che sovente accompagnano i testi»; per tale collana ha realizzato tra l’altro la prima traduzione italiana della grande raccolta fiabesca in dialetto siciliano di Giuseppe Pitrè. Ha inoltre tradotto grandi autori classici, come Francis Scott Fitzgerald, Rudyard Kipling, Mark Twain, Jane Austen, Oscar Wilde, James M. Barrie, e autori contemporanei come Doris Lessing, Javier Marías, Paco Taibo II, Barack Obama, Nelson Mandela.