Responsive image
Tonke Dragt

Lettera al re

Traduzione di David Santoro

I morbidi di Fiabe e storie
2020, pp. VI-362

ISBN: 9788855220361
€ 17,00 -5% € 16,15
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 16,15
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Altre edizioni
Scheda libro

«In nome di Dio, aprite!». Un grido squarcia la notte nella piccola cappella dove il giovane Tiuri, al lume delle candele, freme per la nomina a cavaliere che lo attende all’alba. Nel regno di Dagonaut a est delle Grandi Montagne, le regole della cavalleria impongono ai giovani in attesa della solenne investitura di vegliare le loro future armi fino all’aurora nel più rigoroso silenzio e senza contatto alcuno con il mondo esterno. Tra i cinque giovani in raccoglimento quella notte, soltanto Tiuri, il più piccolo, decide d’istinto di infrangere le regole e di rispondere a quel grido. Sarà la decisione che segnerà il suo destino per sempre. A soli sedici anni, ad attenderlo è una missione della massima urgenza: consegnare una lettera segreta al Cavaliere Nero dallo Scudo Bianco perché la deponga al più presto nelle mani di re Unauwen, nel suo paese a ovest delle montagne. Parte così l’eroica avventura di Tiuri, che dovrà fronteggiare le paure che infuriano nel suo animo non meno che gli ostacoli disseminati sul suo cammino – a cominciare dalla morte del Cavaliere Nero dallo Scudo Bianco che lo costringerà a farsi carico della lettera destinata al re Unauwen. Ma cosa c’è scritto in quella lettera? Riuscirà Tiuri a recapitarla al sovrano? E che ne sarà della sua nomina a cavaliere? Sono le domande che tengono i lettori in sospeso fino all’ultima pagina di una storia mozzafiato che nel frattempo è approdata anche sul piccolo schermo grazie a una serie originale Netflix.

Leggi l'incipit in anteprima

Autore

Tonke Dragt

Tonke Dragt era nata a Giacarta nel 1930 e trascorse in Indonesia gran parte della sua giovinezza. Nel 1941, in seguito all’invasione dell’India olandese da parte del Giappone, fu deportata in un campo di concentramento giapponese insieme alla madre. Lì scrisse la sua prima avventura. Finita la guerra, nel 1945, si trasferì con la famiglia in Olanda, dove studiò all’Accademia di Belle Arti e cominciò a insegnare disegno. Nel 1961 pubblicò il suo primo libro e nel 1976 vinse il Premio nazionale per la letteratura per bambini e ragazzi. Nel 2004, per Lettera al re, Tonke Dragt ha vinto il Griffel der Griffels (Premio dei premi) come miglior libro per ragazzi degli ultimi cinquant’anni.

Il trailer della serie Netflix