Blaise Cendrars
  1 risultati

Blaise Sauser (1887-1961), svizzero di nascita e francese di adozione, si era dato il nome di Cendrars (braci) per suggellare il proprio impeto creativo. Nomade d'istinto, a soli sedici anni salì sul primo treno di passaggio e si ritrovò a Mosca, da dove, lungo la Transiberiana, giunse in Cina. Diede così inizio a un'esistenza improntata a un irrefrenabile vitalismo che di lì a qualche anno cominciò a espremersi nell'eclettismo della sua opera letteraria. Poeta, romanziere, sceneggiatore di cinema e di teatro, Cendrars fu negli anni attorno alle due guerre mondiali tra i più attivi talenti della scena culturale europea. La sua scoperta del patrimonio orale e narrativo dell'Africa, attraverso l'Anthologie nègre del 1921 e le Petits Contes nègres pour les enfants des Blancs del 1928, fu la miccia che innescò in Francia e in tutta Europa l'esplosione dell'arte negra.

Blaise Cendrars

Piccole storie negre per i bambini dei bianchi

seguite da Com'è che i bianchi un tempo erano neri

«Blaise il poeta», così firma Cendrars la dedica a queste Piccole storie negre che ha voluto scrivere nel 1928 per i bambini dei bianchi, introducendoli al mondo di altri bambini, quelli con la pelle nera. Come dice infatti il vecchio capotribù Etiitii nella prima di queste storie, «un uomo ragionevole non può parlare di Cose Serie con un altro uomo ragionevole: deve rivolgersi ai bambini». Si srotola da qui il filo che...
2006, pp. IX-192
ISBN: 9788860360571
€ 21,90
2006, pp. IX-192
ISBN: 9788860360571
€ 21,90