Giuseppe Dematteis
  1 risultati

Giuseppe Dematteis è stato professore di discipline geografiche all’Università di Torino e al Politecnico di Torino. Ha svolto studi di geografia politico-economica e urbana, sviluppo locale e organizzazione territoriale. Ha contribuito alla pianificazione urbana e territoriale, in particolare coordinando le ricerche per il piano territoriale della Regione Piemonte. Più di recente si è occupato dello sviluppo e dell’integrazione delle aree marginali montane, promuovendo nel 2009 la fondazione dell’Associazione Dislivelli per la ricerca e la comunicazione sulla montagna. Il suo libro Le metafore della Terra. La geografia umana tra mito e scienza (Feltrinelli, 1985) è una pietra miliare del pensiero geografico contemporaneo. Tra le sue opere più recenti: Le grandi città italiane. Società e territori da ricomporre (Marsilio e Comitato Italiano per le Scienze Sociali 2011), Le città del mondo. Una geografia urbana (con C. Lanza, Utet, 2011), Nuovi montanari. Abitare le Alpi nel XXI secolo (con F. Corrado e A. Di Gioia, Franco Angeli, 2014).

Giuseppe Dematteis

Geografia come immaginazione

Tra piacere della scoperta e ricerca di futuri possibili

«Si può definire l’immaginazione geografica in tanti modi: come capacità di scoprire nuovi mondi; o di cogliere nel disordine della Terra certi segni e dare ad essi un senso; o ancora di connettere la dimensione sociale dei luoghi con quella storico-ecologica. L’essenziale è sospendere per un istante la forza cogente del mondo, quella delle sue rappresentazioni, e assumere l’attitudine a considerare con stupore ciò che per il buon senso è normale».
2021, pp. 216
ISBN: 9788855221634
€ 19,00  € 18,05
2021, pp. 216
ISBN: 9788855221634
€ 19,00  € 18,05