Manlio Rossi-Doria
  2 risultati

Manlio Rossi-Doria (1905-1988), dopo aver partecipato alla Resistenza, nei primi anni successivi alla seconda guerra mondiale milita nel Partito d’Azione fino al suo scioglimento. Quindi diventa professore universitario e collabora da esperto con i governi a guida Dc. Si riavvicina al Psi dopo la metà degli anni sessanta, e viene eletto senatore per quel partito dal 1968 al 1976. In questo periodo è nominato vicepresidente della giunta consultiva per gli affari della Comunità europea (1968-69), poi presidente dell’ottava Commissione permanente Agricoltura e Foreste (1969-70). Nel 1976, per ragioni di salute, è costretto ad abbandonare la politica attiva.

Manlio Rossi-Doria

Mezzogiorno d'Europa

Lettere, appunti e discorsi. 1945-1987

«Se dimostreremo all’Europa che l’aiuto comunitario non è un’elemosina fatta per l’Italia, ma rappresenta l’avvio di un processo nuovo per colmare alcuni dei nostri squilibri territoriali, avremo aperto la via della politica regionale. Se, viceversa, noi faremo fallimento su questo piano, se disperderemo malamente questi pochi soldi, allora diranno: “Che avete fatto? Per finanziare i vostri programmi vi siete...
2015, pp. XXVI-294
ISBN: 9788868431747
€ 20,00  € 19,00
2015, pp. XXVI-294
ISBN: 9788868431747
€ 20,00  € 19,00

Manlio Rossi-Doria

Una vita per il Sud

Dialoghi epistolari 1944-1987

«Qualche volta ho l’impressione che nessuno lavori, che tutti aspettino per lavorare: chi dovrebbe costruire aspetta per costruire, chi dovrebbe far politica aspetta a farla, chi dovrebbe governare aspetta per governare. Ho l’impressione che a lavorare, veramente, oggi in questa Italia liberata, non ci sia che la gente del mercato nero, le puttane e i contadini, oltre ai preti e alla gente che ha da salvare le sue vecchie posizioni guadagnate...
2012, pp. XX-252
ISBN: 9788860366917
€ 16,00  € 15,20
2012, pp. XX-252
ISBN: 9788860366917
€ 16,00  € 15,20