www.sololibri.net, 07/09/2011, pag.
Un artista francese a New York
Elisabetta Bolondi

Il Festivaletteratura di Mantova 2011 cade proprio nei giorni del decimo anniversario dell’11 settembre, quando le Torri Gemelle di New York collassarono in seguito all’attentato dei due aerei guidati dai terroristi islamici. Dopo di allora, New York non è più stata la stessa ed ecco che Donzelli editore ha scelto un modo originale di ricordare l’evento: a Mantova ci sarà Jean Jacques Sempé, il disegnatore francese (nato a Bordeaux nel 1932) noto per aver creato insieme a Goscinny la saga del Piccolo Nicolas, il monello francese spiritoso e intelligente, ma anche per essere stato per molti anni il disegnatore delle copertine del New Yorker, la rivista più nota e prestigiosa degli Stati Uniti e forse del mondo intero.

Ecco allora che Donzelli pubblica un libro originale e di gran pregio editoriale, “Sempé a New York”, nel quale sono contenute le riproduzioni di tutte le copertine della rivista, dal 1978 al 2009. Il testo italiano, tradotto da Camilla Diez e Bianca Lazzaro, è una lunga intervista a Sempé del giornalista francese Marc Lecarpenter, che firma anche l’introduzione del volume; ma la peculiarità dell’operazione sta nell’aver messo insieme, una dietro l’altra, le bellissime copertine disegnate con tratto leggero e personalissimo del grande artista. Sfogliando il libro ci si imbatte in immagini lievi, raffinate, dai colori tenui e dal gusto particolare: i gatti, le biciclette, gli interni, i teatri, i backstage, le piscine, i grattacieli, i parchi, le ballerine, gli orchestrali, le vetrine, le feste da ballo, i comizi, il traffico caotico, il relax in campagna, la solitudine, le folle oceaniche, i ponti, i lavavetri arrampicati sui grattacieli, le file ai bus, i fiori in primavera, le foglie in autunno, la neve. New York rivista attraverso gli occhi di un francese che la guarda meravigliato, attonito, coinvolto ma sempre con un po’ di distaccata ironia. La Grande Mela è un patrimonio comune a tutto il mondo e Sempé ce lo ha descritto e consegnato prima della grande ferita delle Twin Towers, con eleganza e semplicità. Un libro da tenere, da sfogliare, da apprezzare e da regalare.

Il volume
Le recensioni

Una poetica Grande Mela
Oggi n. 16, 18/04/2012

L'avventura di Sempé al New Yorker
www.europaquotidiano.it, 24/11/2011

La New York di Sempé
La Stampa - Tuttolibri, 10/09/2011

Disegni newyorkesi
Internazionale, 09/09/2011

Un artista francese a New York
www.sololibri.net, 07/09/2011

Un monello alla corte del "New Yorker"
Corriere della Sera, 28/08/2011